header-text
Immagine-contatto

ROY DIB

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2016

Roy Dib, nato nel 1983, è un artista che vive e lavora a Beirut. Il suo lavoro si concentra sulla costruzione soggettiva dello spazio. Ha preso parte all’Homework Space Program (2011-2012) di Ashkal Alwan a Beirut, dove ha prodotto una installazione video dal titolo Objects In Mirror Are Closer Than They Appear (2012). Il suo cortometraggio Mondial 2010 (2014) ha vinto numerosi premi incluso il Teddy Award alla 64° Berlinale, l’Uppsala Grand Prix e il Sicilia Queer filmfest. La sua ultima installazione video, A Spectacle of Privacy, ha fatto il suo debutto all’Exposure 2015 al Beirut Art Center e ha vinto un premio alla 19° edizione di Videobrasil.

Roy Dib, born in 1983, is an artist who works and lives in Beirut. His work focuses on the subjective constructions of space. He participated in the Homework Space Program (2011- 2012) by Ashkal Alwan in Beirut, where he produced a video installation entitled Objects In Mirror Are Closer Than They Appear (2012). His short film Mondial 2010 (2014) won several awards including the Teddy Award at 64th Berlinale, the Uppsala Grand Prix and Sicilia Queer filmfest. His latest video installation, A Spectacle of Privacy, debuted at the Exposure 2015show at the Beirut Art Center and won an award at the 19th edition of Videobrasil.

 

La giuria internazionale della sesta edizione del SICILIA QUEER filmfest / 2016, avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della nuova sezione New Visions, aperto a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Immagine-contatto

GIORGIO VASTA

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2016

Giorgio Vasta, nato a Palermo nel 1970, ha pubblicato il romanzo Il tempo materiale (minimum fax 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra, selezionato al Premio Strega 2009, finalista al Premio Dessì, al Premio Berto e al Premio Dedalus), Spaesamento (Laterza 2010, finalista Premio Bergamo, pubblicato in Francia), Presente (Einaudi 2012, con Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori). Con Emma Dante, e con la collaborazione di Licia Eminenti, ha scritto la sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013), in concorso alla 70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Collabora con “la Repubblica”, "Il Venerdì", il “Sole 24 ore” e “il manifesto”, e scrive sul blog letterario minimaetmoralia.com. Nel 2010 ha vinto il premio Lo Straniero e il premio Dal testo allo schermo del Salina Doc Festival, nel 2014 è stato Italian Affiliated Fellow in Letteratura presso l'American Academy in Rome. Il suo ultimo libro è Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani (Humboldt/Quodlibet).

Giorgio Vasta, born in Palermo in 1970, published the novel Time On My Hands (minimum fax 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, published in France, Germany, Austria, Switzerland, Holland, Spain, Hungary, Czech Republic, USA and UK, selected at the Premio Strega 2009, finalist at the Premio Dessì, at the Premio Berto and at the Premio Dedalus), Spaesamento (Laterza 2010, finalist at the Premio Bergamo, published in France), Presente (Einaudi 2012, with Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori). He wrote the screenplay for the film Via Castellana Bandiera (2013) with Emma Dante and in collaboration with Licia Eminenti, the movie was in competition at the 70th edition of the Venice International Film Festival. He writes for La Repubblica, Il Venerdì, il Sole 24 ore and ilManifesto and on the literary blog minimaetmoralia.com. In 2010 he won the awards Lo Straniero and Dal testo allo schermo at the Salina Doc Festival, in 2014 he was Italian Affiliated Fellow of literature at the American Academy in Rome. His latest book is Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani (Humboldt/Quodlibet).

 

La giuria internazionale della sesta edizione del SICILIA QUEER filmfest / 2016, avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della nuova sezione New Visions, aperto a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Immagine-contatto

JOÃO FERREIRA

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2016

João Ferreira, nato ad Algarve nel 1973, vive a Lisbona. Laureato in Design alla Facoltà di Belle Arti, ha intrapreso un master in Studi Teatrali alla Facoltà di Lettere dell’Università di Lisbona. Si è formato come attore al IFCT. Direttore Artistico e programmer diQueer Lisboa – Festival Internazionale di Cinema Queer dal 2004 e di Queer Porto dal 2015. Professore del corso di Studi Artistici dell’Università di Coimbra dal 2006 al 2015, ha partecipato come giurato a numerosi Festival Queer: Teddy Award (Berlino, 2005), Zinegoak (Bilbao, 2006) Torino Gay and Lesbian Film Festival (2008), Mezipatra (Praga, 2008), Identities (Vienna, 2009), Mix Brasil (San Paolo, 2012), e della Queer Palm di Cannes (2014). È stato attore nella Sensurround Theatre Troupe, diretto da Lúcia Sigalho; ed attore, drammaturgo e regista in Projecto Solilóquio. Attualmente sta mettendo in scena e recitando in Hamletmachine di Heiner Müller. È autore di due premiati drammi ed ha pubblicato svariati articoli e partecipato a numerose lezioni magistrali e dibattiti, a tematica Queer, Cinematografica e di Studi Performativi in Portogallo, Spagna, Italia, Germania, Regno Unito, Olanda e Brasile. Ha firmato una cronaca mensile per il magazine Com’ Out, prima pubblicazione lgbt portoghese, e collabora con DIF, e Little White Lies. È coautore del libro Film e Cultura Queer pubblicato nel settembre 2014.

João Ferreira, born in Algarve in 1973, he lives in Lisbon. Graduated in Design at the Fine-Arts Faculty, he attended a master in Theatre Studies at the Humanities Faculty at Lisbon University. Trained as an actor at IFICT. Artistic Director and Programmer of Queer Lisboa – International Queer Film Festival since 2004, and Queer Porto since 2015. Professor at the Artistic Studies course of Coimbra University from 2006 to 2015. Jury Member in several Queer Festivals: Teddy Award (Berlin, 2005); Zinegoak (Bilbao, 2006), Turin International LGBT Film Festival (2008), Mezipatra (Prague, 2008), Identities (Vienna, 2009), Mix Brasil(São Paulo, 2012), and at the Cannes Queer Palm (2014). He was an actor of theSensurround Theatre Troupe, directed by Lúcia Sigalho; and an actor, playwright, and director in Projecto Solilóquio. He is currently staging and acting in Heiner Müller’s Hamletmachine. He is the author of two award-winning plays, he published several articles and participated in lectures and debates on Queer themes, Cinematography, and Performance Studies, in Portugal, Spain, Italy, Germany, UK, The Netherlands, and Brazil. He signed a monthly chronicle for the Com’ Out magazine, the first LGBT Portuguese publication, and collaborates in DIF, and Little White Lies. He co-edited the book Queer Film and Culture, released in September 2014.

 

La giuria internazionale della sesta edizione del SICILIA QUEER filmfest / 2016, avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della nuova sezione New Visions, aperto a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Immagine-contatto

VALÉRIE DONZELLI

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2016

Valérie Donzelli nasce a Épinal nel 1973 e debutta come attrice nel film Martha… Martha di Sandrine Veysset, presentato alla Quinzaine des Réalizateurs del Festival di Cannes nel 2001. Da allora ottiene grande successo tra il pubblico francese, anche grazie ai ruoli interpretati in alcune serie televisive come Clara Sheller del 2005. Dopo aver esordito alla regia con il cortometraggio Il fait beau dans la plus belle ville du monde del 2007, nel 2009 gira il suo primo lungometraggio, La Reine des Pommes, scritto a quattro mani con Jérémie Elkaïm e presentato al Festival del film di Locarno. Ma è con La Guerre est déclarée, presentato al Festival di Cannes nel 2011 e ispirato a una sfortunata vicenda autobiografica, che il suo talento registico viene riconosciuto sia dalla critica che dal grande pubblico. Del 2012 è Main dans la main, ancora una commedia drammatica interpretata da Valérie Lemercier e Jérémie Elkaïm, mentre nel frattempo continua la sua carriera da attrice per registi come Alain Guiraudie, Benoît Jacquot, Lionel Baier, Arielle Dombasle, Bertrand Bonello (tra gli altri). Nel 2013 gira per la televisione franco-tedesca Arte Que d’amour!, una versione del Jeu de l’amour et du hasard di Marivaux interpretato dagli attori della Comédie française. Nel 2015 partecipa alla competizione principale del Festival di Cannes con il suo ultimo film, Marguerite et Julien. Nel 2016 è scelta come presidente della giuria della Semaine de la Critique della 69a edizione del Festival di Cannes.

Valérie Donzelli, born in Épinal in 1973, debuted as an actress in the movie Martha… Marthaby Sandrine Veysset, presented at the Cannes Film Festival Quinzaine des Réalizateurs in 2001. She has been very appreciated by the French audience ever since, also thanks to her roles in various tv series such as Clara Sheller in 2005. After her debut as a director with the 2007 short movie Il fait beau dans la plus belle ville du monde, she directed her first feature film in 2009, La Reine des Pommes, written in collaboration with Jérémie Elkaïm and presented at the Locarno Film Festival. However, her talent as a director was acknowledged by the critics and the audience with the movie La Guerre est déclarée, inspired to an unfortunate autobiographical event and presented at the Cannes Film Festival in 2011. The following year she directed Main dans la main, another dramatic comedy performed by Valérie Lemercier and Jérémie Elkaïm, while she continued her career as an actress working for such directors as Alain Guiraudie, Benoît Jacquot, Lionel Baier, Arielle Dombasle, Bertrand Bonello (among others). In 2013 she filmed Que d'amour! for the Franco-German TV channel Arte, an adaptation of Jeu de l'amour et du hasard by Marivaux performed by the actors of the Comédie française. In 2015 she took part in the main competition of the Cannes Film Festival with her latest movie, Marguerite & Julien. In 2016 she was chosen as jury's president of the Semaine de la Critique at the Cannes Film Festival 69th edition.

 

La giuria internazionale della sesta edizione del SICILIA QUEER filmfest / 2016, avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della nuova sezione New Visions, aperto a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Immagine-contatto

VICTORIA SCHULZ

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2016

Victoria Schulz è nata nel 1990 a Berlino ed è stata scoperta durante uno street casting per il suo ruolo nel film di Stina Werenfels Dora oder Die sexuellen Neurosen unserer Eltern, che ha debuttato alla Berlinale del 2015. In seguito ha ottenuto il ruolo di protagonista nel film di Christian Frosch Von jetzt an kein Zurückpresentato al Sicilia Queer filmfest nel 2015. Per entrambe le parti ha vinto numerosi premi tra cui il New Faces Award e l’Acting Award del Festival International de Films de Femmes de Créteil (France). Il suo prossimo ruolo sarà quello di una giovane ragazza ebrea nel film The Invisibles sulla storia di quattro ebrei che si nascondono a Berlino durante la Seconda Guerra Mondiale.

Victoria Schulz was born in 1990 in Berlin and was discovered in a street casting for her debut in Stina Werenfels’s Dora or the sexual neuroses of our parents, which premiered at theBerlinale in 2015. Later, she played the main part in Christian Frosch’s Rough Road Ahead, presented at Sicilia Queer Filmfest in 2015. For both parts she won many awards among which: the New Faces Award and the Acting Award at the Festival International de Films de Femmes de Créteil (France). Her next role will be that of a young Jewish girl in the filmThe Invisibles about the story of four Jews hiding in Berlin during the Second World War.

 

La giuria internazionale della sesta edizione del SICILIA QUEER filmfest / 2016, avrà il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della nuova sezione New Visions, aperto a opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

giuria del coordinamento Palermo Pride

Luigi Carollo, Alessandro Di Liberto, Massimo Milani, Valentina Morici, Carmelo Mulè, Mirko Pace, Daniela Tomasino

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.