header-text

2 giugno 2018, 22.30 / Csc / sala Bianca

panorama queer

Metamorfosi napoletane. Promessi sposi.

Antonietta De Lillo

Italia 1993 / 20’

Una testimonianza della forza dell’amore che lega due persone, due Promessi sposi dei nostri giorni. Il racconto avanza come un thriller in cui i due protagonisti nascondono un mistero: tracce visive, cicatrici su un braccio, dettagli s’insinuano nella loro storia, fino a svelare l’enigma. Lui prima era una lei. Una metamorfosi contemporanea resa possibile dal loro amore.

A testimony to the power of love which binds two people, two Betrothed Lovers of our days. The story develops like a thriller, in which the two main characters are hiding a mystery: visual traces, some scars on an arm and small details creep into their story, until the riddle is solved: he was a she. A contemporary metamorphosis which has been made possible by their love.

Antonietta De Lillo

Nasce a Napoli il 6 marzo 1960. Nel 1985 dirige il suo primo lungometraggio, Una casa in bilico, vincitore del Nastro d’ Argento quale migliore opera prima; nel 1990 realizza il suo secondo film, Matilda. Tra il 1992 e il 1999 firma numerosi documentari e video ritratti premiati in diversi festival internazionali. Nel 1995 dirige Racconti di Vittoria (Premio Fedic e del Sindacato Critici Cinematografici a Venezia), nel 1997 Maruzzella, episodio del film collettivo I vesuviani e, nel 2001, Non è giusto, presentato al 54° Festival del Cinema di Locarno. Nel 2004 realizza Il Resto di niente, film che ha ricevuto tre David di Donatello e cinque candidature ai Nastri d’Argento. Sempre in collaborazione con Rai Cinema, nel 2014 realizza il film documentario Let’s Go presentato al 32° Torino Film Festival. Nel 2015 presenta al 33° Torino Film Festival il secondo film partecipato Oggi insieme domani anche. Nel 2017 realizza il suo primo ritratto fantasy, Il signor Rotpeter, presentato al Festival di Venezia e Nastro d'Argento speciale a Marina Confalone per la sua interpretazione nei panni del signor Rotpeter.

She was born in Naples in 1960. In 1985, she made her first feature, Una casa in bilico, which won the Nastro d’Argento Award as Best First Feature. In 1990, she made her second film, Matilda. From 1992 to 1999, she shot several documentaries and videos which were awarded in many international film festivals. In 1995, she directed Racconti di Vittoria (Fedic Award and SNGCI Special Prize at Venice Film Festival), in 1997 Maruzzella, an episode from the anthology film The Vesuvians, and in 2001 she directed Non è giusto, which was screened at Locarno Film Festival. In 2004 she made The Remains of Nothing, which won the David di Donatello Award and received five nominations at Nastri d’Argento. In collaboration with Rai Cinema, she also made Let’s Go (2014), a film screened at Torino Film Festival. The next year, she got another film presented at Torino Film Festival, Oggi insieme domani anche. In 2017 she made Il signor Rotpeter, which was presented at Venice Film Festival and won the Special Prize at Nastri d’Argento for Marina Confalone’s performance as Mister Red Peter.

Metamorfosi napoletane. Promessi sposi.

Antonietta De Lillo

Italia 1993 / 20’

screenplay Antonietta De Lillo

cinematography Giogiò Franchini

producer Megaris

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.