header-text

giuria internazionale

Eva Sangiorgi, Mykki Blanco, Aël Dallier Vega, Monica Rovira, Sara Fattahi


La Giuria internazionale della nona edizione del Sicilia Queer filmfest 2019, ha il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione competitiva Queer Short e il miglior lungometraggio della sezione Nuove Visioni, opere prime e seconde e nuovi sguardi non necessariamente legati a tematiche GLBT.

Immagine-contatto

Eva Sangiorgi

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2019

Nata a Faenza (Italia) nel 1978. Ha studiato Scienze della Comunicazione all’Università di Bologna per poi laurearsi in Storia dell’Arte all’Università Nazionale del Messico. Dal 2004 ha lavorato come film programmer con particolare esperienza in America Latina e in Messico dove ha fondato e diretto FICUNAM, Festival Internazionale del Cinema dell’Università Nazionale del Messico dal 2011 al 2018. Ha lavorato allo sviluppo di progetti cinematografici di film maker come Rirkrit Tiravanjija e Abraham Cruzvillegas, e nel 2016 ha lanciato la compagnia di distribuzione BRAVA Cinema. Ha anche prodotto Policia Y Una Caballera Desconocida, il secondo lungometraggio della regista messicana Daniela Schneider che ha vinto il premio Alta Definición Argentina al Lobolab del Festival Internacional de Cine de Mar del Plata. Dal 2018 è stata nominata come nuovo Direttore Artistico della Viennale, Festival Internazionale del Cinema di Vienna, diventando la prima direttrice non austriaca della manifestazione.

She was born in Faenza (Italy) in 1978. She studied Communication Science at the University of Bologna and then she graduated in History of Art at the National Autonomus University of Mexico. She worked as film programmer since 2004 with a prominent experience in Latin American and Mexico where she founded and directed FICUNAM, International Film Festival of the National University of Mexico from 2011 to 2018. She has been working developing artist film projects, such as Rirkrit Tiravanija and Abraham Cruzvillegas, and in 2016 she launched thedistribution company BRAVA Cinema. She also produced Policia Y Una Cabellera Desconocida, the second feature of Mexican filmmaker Daniela Schneider, which won the Alta Definicion Argentina Award at Mar del Plata International Film Festival’s Lobolab. Since 2018 she has been appointed as new Artistic Director of Viennale, Vienna International Film festival, becoming its first non-Austrian director.

Immagine-contatto

Mykki Blanco

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2019

Nato Michael Davide Quattlebaum Jr ad Orange County, California, USA nel 1986, è uno scrittore, attivista e artista performativo internazionale. Si è trasferito a New York all’età di 16 anni e una volta lì ha scoperto e abbracciato lo stile di vita transgender. Dopo un breve periodo all’Istituto d’Arte di Chicago è tornato a NY e ha iniziato a scrivere, pubblicando nel 2011 un libro di poesie dal titolo From the Silence of Duchamp to the Noise of Boys. Nel 2012 esordisce con l’EP Mykki Blanco & the Mutant Angels. Soprannominato “Hip-Hop’s New Queen” dal blog della rivista Elle, si è unito ai Death Grips durante il loro tour americano nel 2012 e nel 2015 ha creato l’etichetta DOGFOOD Music Group in società con !K7. La loro prima release è stata Mykki Blanco Presenta C-ORE. Nel 2016 ha pubblicato un singolo prodotto dai Woodkid, High School Never Ends, che ha preceduto il suo album di debutto dal titolo Mykki. Dopo aver collaborato nel 2018 per il singolo My sex di Brooke Candy in collaborazione con le Pussy Riot e MNDR, nel 2019 ha pubblicato il suo secondo album dal titolo Stay Close to Music, Stay Close to God.

Born Michael David Quattlebaum Jr in Orange County, California, USA in 1986, he is a writer, activist and international performing artist. He moved to New York City at the age of 16 and once there, he discovered and embraced the transgender lifestyle. After a stint at the Art Institute of Chicago he moved back to N.Y.C. and began to write, publishing a book of poems From the Silence of Duchamp to the Noise of Boys in 2011. In 2012 he made a grand entrance with the Mykki Blanco & the Mutant Angels EP. Dubbed "Hip-Hop's New Queen" by Elle magazine's blog, he joined Death Grips on tour in 2012 and in 2015 he formed the DOGFOOD Music Group label in partnership with !K7. Their initial release was Mykki Blanco Presents C-Ore. In 2016, Blanco issued a Woodkid-produced single, High School Never Ends, which preceded debut album, Mykki. After collaborating in the single My sex by Brooke Candy along with the Pussy Riot and MNDR in 2018, he released his second album in 2019 called Stay Close to Music, Stay Close to God.

Immagine-contatto

Aël Dallier Vega

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2019

Nata in Francia nel 1979, è cresciuta tra la Guyana francese, il Mali, le Antille, la Francia e l’Inghilterra. Ha studiato teoria del cinema a Parigi e ha frequentato a Cuba la Escuela Internacional de Cine y Tv di San Antonio de Los Baños, dove ha studiato montaggio. Dal 2004 è montatrice di cortometraggi, lungometraggi, film di finzione e documentari, videoclip, film di moda, di danza e di videoarte. Ama i film venuti da lontano. La sua pluridisciplinarità è una forma di fiducia nei confronti degli incontri di vita con registe, registi, produttrici, produttori, artisti e documentaristi. Tra gli altri, ha accompagnato film di Mati Diop, Benjamin Crotty, Jérôme Clément-Wilz, Marie Losier, Gabriel Abrantes, Julien Prévieux. Numerosi dei film che ha montato sono stati selezionati e premiati in prestigiosi festival internazionali come Cannes, Venezia, Locarno, Toronto, BFI London, Cinéma du Réel, IDFA, FIPA, Rotterdam, Viennale, Mar del Plata, Ficunam, Morelia, Dubai, Busan, Indie Lisboa, MoMa, Tate Modern, Prix Marcel Duchamp, Palazzo Grassi, NYFF, New FIlms New Directors.

Born in France in 1979, she grew up between Guyana, Mali, the West Indies, France and England. She studied film theory in Paris and filmmaking in Cuba, where she learned film editing at the EICTV in San Antonio de los Baños. Since 2004, she's been editing short, feature, fiction and documentary films; music, fashion, dance videos, and video art. Ael likes movies from afar. Choosing multidisciplinary form has been part of her ongoing commitment to believing in life encounters with directors, artists and producers of all genders. She has accompanied films by Mati Diop, Benjamin Crotty, Jérôme Clément-Wilz, Marie Losier, Gabriel Abrantes, Julien Prévieux, among others… She has edited numerous award-winning and nominated films at international film festivals such as Cannes, the Venice Mostra, Locarno, Toronto, BFI London, Cinéma du Réel, IDFA, FIPA, Rotterdam, Viennale, Mar del Plata, Ficunam, Morelia, Dubai, Busan, India Lisboa, MoMa, Tate Modern, Prix Marcel Duchamp 2014, Palazzo Grassi, NYFF, New Films New Directors.

Immagine-contatto

Sara Fattahi

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2019

Nata a Damasco nel 1983, ha studiato Legge all’Università di Damasco per poi laurearsi all’Istituto di Belle Arti. Lavora come disegnatrice di storyboard e animatrice per diverse emittenti come Al Jazeera Kids e SpaceToon, e come art director per soap-opera dal 2003 al 2008. Dal 2010 è una filmmaker e produttrice indipendente. Nel 2015 il suo primo lungometraggio Coma ha vinto il Regard Neuf Award come Miglior film d’esordio al Visions Du Réel 2015 e il premio FIPRESCI alla Viennale. Il film è poi stato presentato in numerosi festival come il MoMa Doc Fortnight, alla Settimana della Critica della Berlinale e al Festival di São Paulo. Il suo secondo lungometraggio, Chaos, ha vinto il Pardo d’Oro nella sezione Cineasti del Presente al Locarno Film Festival del 2018. Sarah sta attualmente scrivendo il suo prossimo film di finzione, Calm.

Born in Damascus in 1983, she studied Law at Damascus University and graduated at the Fine Art Institute in Damascus. Storyboard artist & animator for several channels such as Al Jazeera Kids and SpaceToon, as well as art director of soap-operas from 2003 to 2008. Since 2010, independent filmmaker and producer. In 2015, Fattahi’s first feature length documentary Coma was granted the Regard Neuf Award for the Best First Feature Film at Visions du Réel 2015 and the FIPRESCI Award at the Viennale. It also has been screened at numerous festivals such as MoMA’s Doc fortnight, Berlinale’s Critics’ Week, and São Paulo Film Festival. Her second feature film Chaos won the Pardo d’Oro in the section Cineasti del Presente at the Locarno Film Festival 2018. Sarah is currently writing her next fiction movie, Calm.

Immagine-contatto

Mònica Rovira

GIURIA INTERNAZIONALE
INTERNATIONAL JURY / 2019

Si è laureata in Comunicazione audiovisiva e ha conseguito un master in Documentario creativo, entrambe alla Universitat Pompeu Fabra di Barcelona. Ha anche conseguito un diploma in regia cinematografica all’Accademia di arti perfomative di Praga (FAMU). Ha lavorato e collaborato con Joaquim Jordà, Viktor Kossakovsky e Marc Recha. Ha esplorato la relazione tra il free jazz e il gesto cinematografico, in un dialogo con Raynald Colom, Adriano Galante e Seward, tra i tanti musicisti. Mònica ricerca con intensità e persistenza i confini del linguaggio cinematografico attraverso i suoi film: una serie di registrazioni che danno forma a un sentimento intimo e violento che mette in gioco la cattura dell’ineffabile, con corpi insostituibili che vengono resi materiale grezzo dal tempo per formare una semplice e precisa architettura di un sostrato universale. Dirige e co-interpreta Ver a una mujer, il suo primo lungometraggio.

She graduated with a Bachelor’s Degree in Audiovisual Communication and a Master’s Degree in Creative Documentary from the Pompeu Fabra University in Barcelona. She also has a Diploma in Film Direction from Prague’s Academy of Performing Arts (FAMU). She has worked and collaborated with Joaquim Jordà, Viktor Kossakovsky and Marc Recha. She has explored the relation between free jazz and the cinematic gesture, in dialogue with Raynald Colom, Adriano Galante and Seward, among other musicians. Mònica researches intensely and persistently the boundaries of cinematic language through her filming: a series of recordings that give shape to an intimate and violent feeling and that bring into play the capture of the ineffable, with irreplaceable bodies, which time turns into the raw material to forge a simple and precise architecture of universal substratum. She directs and co-stars To See a Woman, her first feature film.

giuria del coordinamento Palermo Pride

Daniela Tomasino, Ana Maria Vasile, Luigi Carollo, Manuela Casamento, Maria Angela Fratta, Massimo Milani, Ethan Bonali, Giorgio Maone, Sonia Ghezzi, Valentina Morici, Pietro Pitarresi

giuria 100 autori

Alberto Simone, Roberta Manfredi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.