header-text

1 giugno 2019, 22.30 / Institut français Palermo

panorama queer

A Boy’s Life (1996-2018)

Mike Hoolboom

Canada 1998 / 8’ / v.o. sott. it. / in collaborazione con Efebo d’oro

[ITA]

1996: il protagonista del cortometraggio (possibilmente Hoolboom stesso) è un trentacinquenne sieropositivo da ormai 8 anni che riflette sulla propria condizione di malato osservando i cambiamenti cui è soggetto il proprio corpo. E lì dove il linguaggio si arena, liquidando le immagini come infantili e banali, inizia ad aprirsi uno scarto dove si insinua il desiderio e dove continua a sgorgare la vita.

Movimenti coreografici, rime visive, giustapposizioni sinestetiche ed efflorescenze caleidoscopiche si manifestano sullo schermo fino a dilatare l’immagine e il suo senso presunto. Perché, se “qualsiasi uomo che esprime i suoi veri sentimenti è una drag queen”, non resta che tentare il rappacificamento con il corpo, far sì che la sua sofferenza non lo trasformi in un oggetto slegato dall’interiorità.

[ENG]

1996: the protagonist of this short film (seemingly Hoolboom himself) is a thirty-five-year-old HIV-positive man who, for the past 8 years, has been reflecting on his condition of patient observing the changes which his body is subjected to. And there, where language runs aground, dismissing the images as childish and trivial, a gap begins to opens up where desire creeps in and where life continues to flow.

Choreographic movements, visual rhymes, synesthetic juxtapositions and kaleidoscopic efflorescences manifest on screen until they dilate the image and its alleged sense. Because, if “any man who expresses his true feelings is a drag queen”, all that remains is to try to reconcile with the body, to ensure that his own suffering does not transform it into an object disconnected from his inner self.

Mike Hoolboom

[ITA]

Nato a Toronto nel 1959, è un autore prolifico e versatile che ha esordito nel mondo del cinema sperimentale a metà degli anni Ottanta. Parallelamente alla carriera di regista, è anche critico cinematografico e curatore. Affascinato dallo smantellamento di ogni attribuzione meccanica di significato, ha realizzato le sue prime opere lavorando con la cinepresa Super 8 di suo padre. Il suo lavoro investiga come la fisicità determini la percezione e, altresì, come la cultura di massa, satura di immagini, determini dei problemi a livello percettivo. Nel 1989, in seguito alla diagnosi di sieropositività il suo lavoro si è aperto a una forma politicamente consapevole, senza per questo rinnegare la sua dimensione eminentemente personale e biografica. Nei tardi anni Novanta ha iniziato a costruire opere la cui struttura potesse includere immagini tratte da video musicali, blockbuster hollywoodiani, spot e cinema d’arte europeo. A questo periodo possono ascriversi Shooting Blanks (1995), Dear Madonna (1996) e In the Future (1998). Il suo lungometraggio documentario Tom è stato proiettato in anteprima mondiale alla Berlinale nel 2002.

[ENG]

Born in Toronto in 1959, he is a prolific and versatile experimental filmmaker, emerged during the mid-1980s. In parallel with his cinematographic production, he is also a critic and a curator. Fascinated with dismantling the mechanics of meaning, he shot much of his early work using his father’s Super 8 camera. His works investigates how physicality determines perception and also how an image-saturated mass culture determines problems of perception. In 1989, after being diagnosed as HIV-positive, his work has opened up toward a more broadly political form, without denying his eminently personal and autobiographical dimension. In the late 1990s he started making films whose structure could contain stolen images from music videos, Hollywood blockbusters, commercial television and European art cinema, such as Shooting Blanks (1995), Dear Madonna (1996) and In the Future (1998). His documentary feature film Tom had its world premiere at the 2002 Berlin International Film Festival.

A Boy’s Life (1996-2018)

Mike Hoolboom

Canada 1998 / 8’ / v.o. sott. it. / in collaborazione con Efebo d’oro

screenplay Mike Hoolboom

cinematography Mike Hoolboom

editing Mike Hoolboom

sound design and mix Mike Hoolboom

voice ACT UP

images Mike Hoolboom

cast Ed Johnson

producer Mike Hoolboom

GALLERIE FOTOGRAFICHE

consulta tutte le fotografie

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.