header-text

6 giugno 2021, 15.30 / Cinema De Seta

carte postale à Serge Daney

Deux, trois fois Branco

Boris Nicot

Francia-Portogallo 2018 / 110' / v.o. sott. it.

anteprima nazionale

[ita]

 

Nella primavera del 1981, il critico Serge Daney vede in Lisbona non un centro, ma un polo che per un certo periodo attrae il cinema più interessante che si fa in Europa: Manoel de Oliveira, Raúl Ruiz, Wim Wenders, Robert Kramer, Alain Tanner, João Cesar Monteiro… Al cuore di questo polo portoghese un giovane produttore: Paulo Branco. Trentacinque anni più tardi, Paulo Branco ha prodotto quasi 300 film, si è risollevato da diversi fallimenti, sempre a cavallo tra Parigi e Lisbona… Trentacinque anni più tardi, un giovane regista parte alla volta di un incontro con la persona, ma deve confrontarsi prima di tutto con la leggenda.


[eng]

 

In the spring of 1981, the critic Serge Daney sees in Lisbon not a center, but a pole that for a certain period attracts the most interesting cinema that is made in Europe: Manoel de Oliveira, Raúl Ruiz, Wim Wenders, Robert Kramer, Alain Tanner, João Cesar Monteiro… At the heart of this Portuguese pole a young producer: Paulo Branco. Thirty-five years later, Paulo Branco has produced almost 300 films, has recovered from several failures, always between Paris and Lisbon... Thirty-five years later, a young director heads out to an encounter with the person, but firstly he must confront with the legend.

Boris Nicot

[ita]

 

Nato in Francia nel 1974. Vive e lavora nel sud della Francia. Ha studiato Belle Arti prima di entrare a far parte di diversi collettivi di artisti visivi. Ha realizzato cortometraggi sperimentali, come Asile (2005) e D'assez courtes unités de temps (2008). Ha diretto i lungometraggi documentari Un étrange equipage (2010) e Filmer obstinément, rencontre avec Patricio Guzman (2014). Si occupa anche di pedagogia cinematografica.

 

[eng]

 

Born in France in 1974. He lives and works in Southern France. He studied Fine Arts before taking part into various visual artists’ collectives. He realized experimental short films, like Asile (2005) and D’assez courtes unités de temps (2008). He directed the feature documentaries A Strange Crew (2010) and Filming Obstinately, meeting Patricio Guzman (2014). He is also involved in cinema pedagogy.

Deux, trois fois Branco

Boris Nicot

Francia-Portogallo 2018 / 110' / v.o. sott. it.

screenplay Boris Nicot

cinematography Denis Gaubert

editing Denis Gaubert

sound Ricardo Leal, Guillaume Solignat

producer Gérald Collas, Luis Correia

production INA, LX Filmes

contact mbruneau@ina.fr

GALLERIE FOTOGRAFICHE

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.