header-text

Arti visive: “Laisse moi te voir, laisse moi te toucher” e Catherine Opie con “The Human Landscape”

Comunicato stampa / 16 aprile 2018

Laisse moi te voir, laisse moi te toucher

Palermo. Palazzo Sant'Elia - Via Maqueda, 81
30 maggio - 31 giugno 2018

 

Catherine Opie | The Human Landscape

Palermo. Centro Internazionale di Fotografia
Cantieri Culturali alla Zisa | Padiglione 18 - via Paolo Gili, 4
31 maggio - 15 luglio 2018

 

Il Sicilia Queer filmfest, in scena a Palermo dal 31 maggio al 6 giugno, conferma la sua attenzione per le arti visive e in occasione della sua ottava edizione presenta Laisse moi te voir, laisse moi te toucher, focus sulla scena artistica contemporanea di Beirut, che approfondisce il tema dei diritti delle persone lgbt e The Human Landscape, personale di Catherine Opie, tra le più stimate fotografe americane contemporanee, i cui lavori sono esempio della commistione tra sottoculture underground e codici dominanti, dove la ricerca d’identità dialoga con i modelli sociali vigenti, che a Palermo presenta, in anteprima nazionale, il film The Modernist e una selezione di lavori della serie Portraits.

Laisse moi te voir, laisse moi te toucher

La colletiva, che raccoglie i lavori di Roy Dib, Dima El Horr, Maria Kassab, Raafat Majzoub, Randa Mirza, Lara Tabet ed è cuore della sezione Eterotopie dell'ottava edizone del Festival, è uno sguardo rivolto al mondo intimo della città: amori proibiti, clandestini, desiderio. Un mondo in cui la nozione di "Queer" riprende il significato di una celebrazione del corpo, indipendentemente dall'orientamento sessuale. Un corpo che rivendica la libertà di essere amato e desiderato.

La mostra, a cura di Roy Dib, è inserita negli eventi collaterali di Manifesta 12 Palermo.

(Opening: 30 maggio, ore 18.30 | Palazzo Sant'Elia, Via Maqueda, 81).


Catherine Opie | The Human Landscape

Utilizzando la fotografia, e in parte il video, come strumento di documentazione e amplificazione dei più disparati fenomeni sociali nell’America contemporanea, Catherine Opie intende registrare le modalità con cui si instaurano le relazioni umane e con le quali uomini e donne si inseriscono nel proprio contesto (paesaggio) di riferimento. L’artista si concentra su questioni ancora aperte inerenti i rapporti (in senso lato o specifico), che vengono analizzati da un canto con sguardo intimo, privato, dall’altro con spirito politico e collettivo.

La personale dedicata a Catherine Opie, a cura di Antonio Leone e Andrea Ruggieri, è realizzata in collaborazione con Coordinamento Palermo Pride, Centro Internazionale di Fotografia di Palermo  e ruber.contemporanea ed è inserita negli appuntamenti di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018.

(Opening: 31 maggio, ore 18.30 | Centro Internazionale di Fotografia).

Visual arts program Sicilia Queer filmfest 2018 | section Eterotopie


Laisse moi te voir, laisse moi te toucher
a cura di Roy Dib

Palermo. Palazzo Sant'Elia - Via Maqueda, 81
30 maggio - 31 giugno 2018 | martedì - venerdì, ore 9.30 - 13.30;  15.30 - 18.30 | chiuso il lunedì

Catherine Opie | The Human Landscape
a cura di Antonio Leone e Andrea Ruggieri

Palermo. Centro Internazionale di Fotografia
31 maggio - 15 luglio 2018 | martedì - domenica, ore 9.30 - 18.30 | chiuso il lunedì


INFO

siciliaqueerfilmfest.it | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Materiale stampa e immagini
https://www.dropbox.com/sh/rb99qexpdg2f8yz/AAAPNK9hyDRpCBctHPKfVVpGa?dl=0


Ufficio Stampa Sicilia Queer filmfest

Giovannella Brancato
+39 340 8334979 |

Ada Tullo
+39 3492674900 |

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.