header-text

#SQ17 / Le provocazioni di Marco Ferreri / l’ISOLA di Lampedusa tra realtà e finzione / uno stravagante omaggio ai b-movies anni ’60

Comunicato stampa / 29 maggio 2017

Prosegue ai Cantieri Culturali alla Zisa il ricco programma del Sicilia Queer Filmfest 2017. La provocazione sembra essere il filo conduttore della sesta giornata del festival: da quelle del maestro MARCO FERRERI alla visione straniante di un’ISOLA (Lampedusa) in cui tutti i protagonisti sono intrappolati tra la realtà della cronaca e una straniante finzione. Trovano spazio anche i b-movies anni ’60 celebrati nella fastosa commedia nera THE LOVE WITCH.

 

Nell’ambito della sezione Retrovie italiane curata da Umberto Cantone, martedì 30 maggio alle 18.30 nella Sala Wenders del Goethe-Institut, sarà proposto (a ingresso libero) Il futuro è donna (1984), emblematico film di Ferreri scritto con la collaborazione di Piera Degli Esposti e Dacia Maraini, che mette in scena, con il solito piglio provocatorio e anarchico che contraddistingue le opere del regista, il tema della crisi della coppia. Al centro della vicenda è Malvina, interpretata da Ornella Muti, una ragazza incinta che viene molestata da un gruppo di sbandati all’interno di una discoteca. Anna (Hanna Schygulla) la salva e decide di portarla con sé a casa dove lei e Gordon (Niels Arestrup) la ospitano per una notte. Malvina si dimostra fin troppo invadente e finisce per venire cacciata dai due, anche se poi è la stessa Anna a rivolerla a casa. Tra i tre comincia a instaurarsi uno strano rapporto fatto di reciproca attrazione. Nel cast anche Isabella Biagini, Laura Morante e la stessa Piera Degli Esposti.

Nel frattempo, al Cinema De Seta a partire dalle 16.00, andrà avanti la programmazione dei corti in concorso su tematiche lgbt, cui seguirà, alle 18.30, Die Mitte der Welt (Il centro del mondo, 2016) di Jakob M. Erwa, storia di amicizie e turbamenti tra ragazzi in età scolare, un film che riesce a riscrivere un genere tradizionale in chiave lgbt con freschezza e semplicità, una favola contemporanea che ammicca con gusto all’estetica del cinema di Xavier Dolan.

A seguire, alle 20.30, è in programma la replica di The Love Witch di Anna Biller, che ricrea l’estetica dei b-movies in technicolor degli anni ’60 per inscenare una commedia nera che fa satira sui luoghi comuni riguardanti entrambi i sessi, ma principalmente il femminile. Al centro della divertente vicenda è la strega Elaine, seduttrice seriale, che con l’aiuto di pozioni e allucinogeni rende schiavi tutti gli uomini che incrociano il suo cammino, nonostante lei stessa sia piena di speranze romantiche sul principe azzurro.

Alle 22.30, al Centro Sperimentale di Cinematografia, alla presenza della regista e di parte del cast, tra cui Enrico Roccaforte e Alessio Barone, sarà proiettato in anteprima nazionale Isola di Fabianny Deschamps. Girato lo scorso anno a Lampedusa il film, muovendosi tra documentario e finzione, racconta efficacemente uno spaccato del mondo: una giovane donna cinese vive in una grotta in compagnia del bambino che, giorno dopo giorno cresce nel suo grembo. In attesa sul molo, che ogni giorno viene invaso dall’arrivo di centinaia di migranti, la donna cerca instancabilmente la faccia dell’uomo che ama. Forse, un giorno, il suo desiderio sarà esaudito…

Contemporaneamente, al Cinema De Seta proseguirà l’omaggio a Gabriel Abrantes con il surreale corto Dear God Please Save Me (2006), cui farà seguito la replica di Brüder Der Nacht di Patric Chiha, ambientato nei locali gay viennesi.

Tra le attività collaterali del Festival, alle 18.30 nel Queer Bookshop dei Cantieri avrà luogo la presentazione del libro Quando mi apparve l’amore di Domenico Conoscenti, a cura di Mirko Pace e Daniela Tomasino, mentre fino al 9 luglio sarà possibile visitare a Palazzo Sant’Elia la mostra Love Letters di Franko B, curata da Antonio Leone e Paola Nicita e prodotta dal Sicilia Queer Filmfest e dal Coordinamento Palermo Pride in collaborazione con la Galleria Pack di Milano.

In omaggio alla nomina di “Palermo Capitale dei Giovani 2017”, per tutto il festival i biglietti di ingresso per gli studenti costeranno solo 3 euro.

DOWNLOAD
cartella generale (manifesti, programma, film ecc.)
le sezioni (materiali fotografici ad alta risoluzione dei singoli film)
Day-by-Day (il fotoracconto del festival)

Il Sicilia Queer filmfest è realizzato grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale per il Cinema; della Regione Siciliana – Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l'Audiovisivo/Sicilia FilmCommission, nell'ambito del progetto Sensi Contemporanei”; del Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura; di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. E con il sostegno dell'Institut français Palermo, del Goethe-Institut Palermo, dell’Instituto Cervantes Palermo e del Forum Austriaco di Cultura.

SICILIA QUEER 2017 INTERNATIONAL NEW VISIONS FILMFEST

seventh edition PALERMO MAY 24 –  JUNE 1 www.siciliaqueerfilmfest.it

Ufficio Stampa Giovannella Brancato + 39 340 8334979 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Ada Tullo +39 3492674900 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.