LOGO-cinema

EL FUTURO PERFECTO
Nele Wohlatz
Argentina 2016 / 65' / v.o. sott. it.

IL FILM


Xiaobin ha 17 anni e ha appena raggiunto i genitori in Argentina. Non parla una parola di spagnolo ma, in pochi giorni, riesce ad ottenere un lavoro in un supermercato cinese. Per superare l’immenso scoglio linguistico che determina la sua difficoltà ad ambientarsi nella nuova realtà, Xiaobin decide di iscriversi segretamente a un corso di spagnolo. E ad ogni lezione, alla ragazza non rimane che testare le suo nuove conoscenze sul campo. È così che, quasi per un obbligato esercizio didattico, decide di accettare l’invio di Vijay ad un appuntamento. Benché i due ragazzi, indiano lui, cinese lei, abbiano una chiara difficoltà comunicativa, iniziano una relazione segreta. E la relazione va avanti, così come le lezioni di spagnolo, e più la ragazza migliora più si cala nella sceneggiatura del film. El futuro perfecto è un prodotto insolito che, mischiando i linguaggi del cinema documentario e di quello di finzione, riesce a ragionare non soltanto su temi quali l’emigrazione e la diversificazione culturale ma porta avanti un studio sul linguaggio che specula sulla temporalità, sull’ipotesi e sulla possibilità senza dimenticarsi della sua componente ironica.

Xiaobin is 17 and she just arrived in Argentina by her parents. She is unable to speak a word in Spanish but, in a few days, she finds a job in a chinese supermarket. Trying to overcome her linguistic difficulties, Xiaobin decides to sign up at a language school. And after each lessons, the girl tries to test her new knowledge on the field. For this reason she decides to accept to date Vijay, almost like it was an inevitable didactic exercise. Although the two guys have a clear communicative difficulty cause their different cultures, they start a secret relationship. And the relationship goes on, as the Spanish lessons, and the better the girl get, the more she identifies with the script. El futuro perfecto is a unusual movie that, mixing documentary and fiction, succeed to reason not only over themes as emigration and cultural diversity but it carries forward a study on language that speculate over temporalities, hypothesis, and possibilities without forgetting about its ironic component.

Nele Wohlatz nata nel 1982 ad Hannover, Germania. Ha studiato scenografia all’Università di Arti Applicate Karlsruhe e film all’Università Torcuato Di Tella a Buenos Aires. Nel 2016 è stata selezionata per la Berlinale Talents Docstation. Ha diretto numerosi cortometraggi e video per la produzione teatrale. Insegna cinema documentario e cura un programma di cinema tedesco al Goethe Institut di Buenos Aires. Nel 2013 il suo primo lungometraggio, Ricardo Bär, è stato presentato al BAFICI ed è stato premiato al FIDMarseille, Antofadocs ed al Duisburger Filmwoche.

Nele Wohlatz born 1982 in Hannover, Germany. She studied scenography at the University of Applied Arts Karlsruhe and film at the University Torcuato Di Tella, Buenos Aires. In 2016 she was selected for the Berlinale Talents Docstation. She directed several short films and videos for theatre productions. She teaches documentary film and curates a program of German cinema at Goethe Institut Buenos Aires. In 2013, her first feature film Ricardo Bär was premiered at BAFICI and received awards at FIDMarseille, Antofadocs and Duisburger Filmwoche.



SCHEDA


screenplay
Pío Longo
Nele Wohlatz

cinematography
Roman Kasseroller
Agustina San Martín

editing
Ana Godoy

sound
Nahuel Palenque

cast
Xiaobin Zhang
Saroj Kumar Malik
Mian Jiang
Dong Xi Wang
Nahuel Pérez Biscayart

producer
Cecilia Salim
Nele Wohlatz

contact
www.murillocine.com  
info@murillocine.com