In omaggio al grande filosofo francese Michel Foucault, un’indagine sulle cinematografie e i racconti dai luoghi in cui si agitano conflitti, sociali, culturali, economici. Le eterotopie, contrapposte alle utopie, minano le nostre certezze, sanno restituirci visioni del presente estreme, di volta in volta inquietanti o seducenti. La sezione di quest’anno che è dedicata al Libano, presenterà la collettiva a cura di Roy Dib dal titolo Lascia che ti guardi, lascia che ti tocchi (inserita tra gli eventi collaterali di Manifesta 12) e il film Martyr di Mazen Khaled sviluppato nell'ambito di Biennale College Cinema di Venezia.

 


IL PROGRAMMA

IL FILM

MARTYR
Mazen Khaled
/ Libano-Italia 2017 / 84’ / v.o. sott. it.
La vita di Hassane, un ragazzo di Beirut rimasto senza lavoro e senza prospettive, sembra scorrere nell’apatia. Le sue giornate monotone si svolgono in spiaggia insieme agli amici. L’apatia si spezza nel momento in cui Hassane decide di tuffarsi in mare da un cavalcavia e muore annegato. In seguito alla sua morte, la comunità di amici si stringe nel cordoglio attorno al corpo senza vita dell’amico, ingaggiando insieme alla famiglia tutti i rituali di cordoglio dovuti a un martire. Tra l’arte visuale e la performance art, Martyr ci mostra l’inevitabile martirio della giovane popolazione libanese.

LA MOSTRA

Lascia che ti guardi, lascia che ti tocchi
La mostra, che raccoglie i lavori di Roy Dib, Dima El Horr, Maria Kassab, Raafat Majzoub, Randa Mirza, Lara Tabet, traccia un focus sulla scena artistica contemporanea di Beirut rispetto al tema dei diritti delle persone lgbt. Uno sguardo rivolto al mondo intimo della città: amori proibiti, clandestini, desiderio. Un mondo in cui la nozione di "Queer" riprende il significato di una celebrazione del corpo, indipendentemente dall'orientamento sessuale. Un corpo che rivendica la libertà di essere amato e desiderato. Un corpo che si cerca di vedere e di toccare.

 La mostra, curata dal regista libanese Roy Dib, è inserita tra gli eventi collaterali di Manifesta 12 Palermo.

Palazzo Sant’Elia, Via Maqueda, 81
30 maggio - 31 giugno 2018 | martedì - venerdì, ore 9.30 - 13.30; 15.30 - 18.30 | chiuso il lunedì
Opening: mercoledì 30 maggio, ore 18.30

sq18_BOX-1