#SQ15 | #daybyday 29 maggio 2015 | Ancora un omaggio a Raúl  Ruiz, letteratura e cinema si intrecciano negli eventi della giornata

#daybyday, un fotoreportage giornaliero dal Sicilia Queer filmfest

Genalogia di un crimine”: Melvil Poupaud introduce il fim di Raúl  Ruiz, in cui l’estetica della “citazione” raggiunge un parossismo estetico strordinario. Christian Frosch racconta una pagina dolorosa e poco nota della Germania del dopoguerra con il suo “Von jetzt an kein Zurück” (Da qui in poi non si torna indietro).  In replica “Nuits blanches sur la jétée” di Paul Vecchiali e spazio anche per i ripescaggi della sezione #Retrovie italiane, che quest’anno dedica particolare attenzione al cosiddetto filone dell’“erosvastika”. Gli incontri letterari vedono “L’apocalisse postmoderna tra letteratura e cinema. Catastrofi, oggetti, metropoli, corpi”, libro di Mirko Lino argomento di una discussione tra l’autore e Alessio Galbiati e Roberto Rippa. Questa è anche la giornata di apertura dei concerti di #QUUER MUSIC: oggi Montoya e Capibara della nuova etichetta 800Hz.



Le immagini sono dei fotografi volontari del Sicilia Queer filmfest (Riccardo Ciralli, Alessandro Leone, Alessia Maddalena, Francesca Sapia)