header-text

panorama queer

Los tontos y los estúpidos

Roberto Castón

Spagna 2014 / 90’ / v.o. sott. it.

In un teatro di posa una troupe cinematografica si ritrova per le prove di Los tontos y los estúpidos. Nello scarno allestimento del teatro metteranno in scena, attraverso le direttive del regista, le vicende di Miguel, Lourdes, Mario, Paula e altri personaggi, protagonisti di varie storie che si intrecciano tra di loro con la casualità che è della vita stessa. Il desiderio, l’amore, la gelosia, l’amicizia sono solo alcuni dei temi di Los tontos y los estúpidos, pellicola che mette in evidenza le debolezze, le nevrosi e le ipocrisie delle relazioni tra le persone. Il film di Roberto Castón è anche una riflessione sulla messa in scena: la riduzione all’osso del processo filmico ne mette in luce gli ingranaggi, facendoci ricordare come la costruzione delle storie al cinema abbia sempre a che fare con una grande illusione.

A film crew gathers in a film studio to rehearse Los tontos y los estúpidos. In the basic staging of the studio they will set up, following the director's guideline, the stories of Miguel, Lourdes, Mario, Paula and all the other characters, all intertwined in the same randomness as life itself. Desire, love, jealousy, friendship are just some of the themes of Los tontos y los estúpidos. It is a film that points out the weakness, the neurosis, and the hipocrisis behind any relationship among people. The movie by Roberto Castón is also a reflection on staging: the filmic process reduced to the bare minimum shows off its inner working, reminding us that the building up of a story, for what concerns cinema, is always related to a grand illusion.

Roberto Castón

Nato a La Coruña nel 1973, ha studiato filologia spagnola presso l'Università di Santiago de Compostela. Negli anni seguenti ha ottenuto una cattedra di lingua spagnola a Lisbona. In seguito ha compiuto studi di regia Centre d'estudis cinematogràfics de Catalunya di Barcellona. Ha debuttato alla regia nel 2001 con il cortometraggio En el nombre de Dios, con l'attrice catalana Núria Gago. Nel 2004 ha promosso l'istituzione di Zinegoak, il festival di cinema a tematica LGBT di Bilbao. Dopo aver girato altri tre corti: La pasión segun un ateo, Maricón e Los requisitos de Nati, nel 2009 ha diretto Ander, il suo primo lungometraggio, che racconta una storia d'amore tra due uomini nella campagna basca.

Born in La Coruña in 1973, he studied Spanish Philology at the Santiago de Compostela University. In the following years he taught Spanish as a foreign language in Lisbon. Then he studied Film directing at Centre d’Estudis Cinematogràficas de Catalunya in Barcelona. In 2001 he directed his first film, the short En el nombre de Dios, with the Catalan actress Núria Gago. In 2004 he promoted the foundation of Zinegaok, the LGBT film festival of Bilbao. After shooting three further shorts, La pasión segun un ateo, Maricón and Los requisitos de Nati, in 2009 he directed Ander, his first feature film, that tells the love story between two men in the Basque countryside.

Los tontos y los estúpidos

Roberto Castón

Spagna 2014 / 90’ / v.o. sott. it.

screenplay Roberto Castón

cinematography Juanmi Azpiroz

editing Raúl Barreras

sound Dani Alvarez, María Angulo Villar, Graham Thunder, Samuel Márquez, Sergio Vázquez

cast Roberto Alamo, Josean Bengoetxea, Aitor Beltran, Nausicaa Bonnin, Cuca Escribano, Garcia Conde, Gregory Brossard, Oihane P. Etxebarria, Erika Olaizola Eizmendi, Eli Gelabert

producer Fernando Diez, Varela Pau Guillen  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.