header-text

2 giugno 2019, 16.30 / Cinema De Seta

panorama queer

Ver a una mujer

Mònica Rovira

Spagna 2017 / 59’ / v.o. sott. it.

[ITA]

Mònica è una regista trentenne innamorata di Sarai, la donna con cui vive la sua prima relazione importante. Avendo avvertito le prime avvisaglie di una crisi che potrebbe condurle alla rottura, Mònica decide di osservare la loro vita di coppia attraverso lo sguardo indagatore della macchina da presa.

Una confessione a cuore aperto elaborata attraverso una messinscena intima e intensa, resa con un bianco e nero scabro, contrastato. Una riflessione sul cinema e sui limiti dello sguardo, sul tempo che scorre offuscando le tracce dell’amore che, forse, può rivivere solo nelle situazioni e negli oggetti più banali del quotidiano grazie alla loro capacità di rivelare come ci si sente dentro.

[ENG]

Mònica is a film director in her thirties, who is in love with Sarai, the woman with whom she lives her first meaningful relationship. Having experienced the first signs of a crisis that could lead to their breakup, Mònica decides to observe their life as a couple through the inquiring gaze of the camera.

A confession with an open heart, made through an intimate and intense mise-en-scène, portrayed through a stark black and white. A reflection on cinema and on the limits of the gaze, on the passing of time that dims the traces of love which, perhaps, can only be relived in the most ordinary situations and objects of everyday life due to their ability to reveal how one feels inside.

Mònica Rovira

[ITA]

Ha conseguito una laurea triennale in Comunicazione audiovisiva e una specialistica in Documentario creativo presso l’Università Pompeu Fabra di Barcellona. Ha inoltre conseguito un diploma in Regia presso l’Accademia delle arti dello spettacolo di Praga (FAMU). Ha lavorato e collaborato con Joaquim Jordà, Viktor Kossakovsky e Marc Recha. Ha esplorato il rapporto tra il free jazz e il gesto cinematografico, in dialogo costante con musicisti quali Raynald Colom, Adriano Galante e Seward. Ha sondato con intensità e determinazione i confini del linguaggio cinematografico attraverso la sua pratica, attraverso una serie di riprese che danno forma a un sentimento intimo e impetuoso, provando a catturare l’ineffabile. Nel 2017 ha scritto, diretto e interpretato Ver a una mujer, suo primo lungometraggio.

[ENG]

She holds a BA in Audiovisual Communication and a MA in Creative Documentary from the Pompeu Fabra University. She also has a diploma in Film Direction from Prague’s Academy of Performing Arts (FAMU). She has worked and collaborated with Joaquim Jordà, Viktor Kossakovsky and Marc Recha. She has explored the relation between free jazz and the cinematic gesture, in dialogue with Raynald Colom, Adriano Galante and Seward, among other musicians. She researches intensely and persistently the boundaries of cinematic language through her filming: a series of recordings that give shape to an intimate and violent feeling that bring into play the capture of the ineffable. In 2017 she wrote, directed and co-starred Ver a una mujer, her first feature film.

Ver a una mujer

Mònica Rovira

Spagna 2017 / 59’ / v.o. sott. it.

screenplay Mònica Rovira

cinematography Xabi Crespo, Carlos Vásquez Méndez, Anna Ugarte

editing Irene Bartolomé, Federico Delpero, Núria Esquerra, Pablo Simancas

music Gala Pérez Iñesta

cast Sara García, Mònica Rovira

producer Mònica Rovira

GALLERIE FOTOGRAFICHE

consulta tutte le fotografie

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito riteniamo che tu ne sia consapevole.